Home>> Articoli>>Nuova nascita

<

Cosa dice la Bibbia" La nuova nascita"

Dappertutto in questo mondo noi troviamo sofferenza, lotta, malattia, povertà, ingiustizia e altri dolori. Perché gli uomini non possono vivere in pace e godere delle belle cose sulla terra? La Bibbia (il libro di Dio agli uomini) ci dà la risposta a queste domande, ci dice come nascere di nuovo e cosa significa. Nel suo Libro che tutte le sofferenze sono dovute sia dai miei peccati sia da quelli di qualcun altro. Tutti gli uomini sono peccatori, cioè separati dalla santità di Dio.

“Poiché tutti hanno peccato e sono privi della Gloria di Dio.” (Romani 3:23)

“Perché il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore.” (Romani 6:23)

Ma che cos’è esattamente il peccato? Se tu chiedessi a dieci persone diverse, avresti dieci risposte diverse. Qualcuno potrebbe dire che il peccato è “fare qualcosa di sbagliato o violare la legge”, mentre altri potrebbero dire che il peccato è “fare del male ad altre persone o uccidere una persona innocente”. Oppure qualcuno potrebbe negare l’esistenza del peccato, dicendo che nessuna cosa è giusta o sbagliata; in breve non c’è una vera e propria regola che dice cos’è giusto e cos’è sbagliato in questo mondo. Comunque, la maggioranza delle persone è d’accordo (persone senza cultura) che ci sono certe azioni che sono considerate sbagliate, e dovrebbero essere punite con una multa, con la prigione o addirittura con la morte.

Persino una persona che “non crede che ci sia una cosa giusta o sbagliata” avrebbe difficoltà a dire che un maniaco sessuale o un pedofilo siano delle persone che non fanno cose sbagliate o che quello che hanno fatto non è un crimine.

Il peccato è una malattia terminale che distrugge il pianeta dal suo cuore. Distrugge ogni persona, famiglia, cultura, anche la Terra stessa. Il nostro ne è rovinato ma ancora le persone non sanno dare una definizione a questa parola o capire la gravità della situazione. Cos’è il peccato? Sicuramente è più di dieci diverse opinioni da dieci diverse persone. Possibile che non c’è nessuna autorità che ne sappia interpretare il significato e come difenderci da esso?

La Bibbia dice che il peccato è una condizione del cuore. È una condizione di ribellione contro Dio che è radicata nell’orgoglio. La Bibbia parla dell’orgoglio come “peccato originale”. La definizione ebrea della parola “peccato” significa “mancare il segno”. Dio ci ha creati per essere uguali a Lui ma il nostro orgoglio ci fa andare molto lontano da quello scopo. Le nostre azioni, sebbene possono essere “peccaminose”, sono davvero il frutto della nostra ribellione contro Dio. Le nostre azioni riflettono miseramente la nostra condizione interna. È la nostra condizione interna a cui Dio è interessato. Lui ti conosce addirittura meglio di come conosci te stesso, perché Lui vede l’uomo interiore” con tutti i tuoi pensieri più nascosti e le loro ragioni.

“E non v’è nessuna creatura che possa nascondersi davanti a Lui; ma tutte le cose sono nude e scoperte davanti agli occhi di Colui al quale dobbiamo rendere conto.” (Ebrei 4:13) (Nuova versione)

“Se diciamo di vivere senza peccato inganniamo noi stessi e la Verità non è in noi.” (1 Giovanni 1:8)

Sebbene una persona conduce una “buona vita” al di fuori, Dio guarda dentro il cuore. È la natura umana che bada alle apparenze, ma le apparenze sono ingannevoli.“Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, perché siete simili a sepolcri imbiancati, che appaiono belli fuori, ma dentro sono pieni di ossa di morti e d’ogni immondizia. Così anche voi, di fuori sembrate giusti alla gente; ma dentro siete pieni d’ipocrisia e iniquità.” Matteo 23:27-28

Non possiamo trattare con il nostro peccato “pulendoci” al di fuori, quando il nostro problema è una condizione del cuore. “In verità, in verità, vi dico, chiunque commette peccato è schiavo del peccato” (Giovanni 8:34) Siamo tutti schiavi della nostra natura peccaminosa, e possiamo essere ripuliti solo dall’interno.

Siccome la causa delle nostre sofferenze è il peccato, dobbiamo eliminare il peccato dalla nostra vita se vogliamo meno sofferenze. Come ci liberiamo dal peccato? Dio ci dice nella Sua Parola che nella nostra natura siamo “…morti nelle nostre colpe e i nostri peccati.” (Efesini 2:1) e che siamo “…estranei alla vita di Dio…” (Efesini 4:18). Proprio come un corpo senza vita è dichiarato fisicamente morto, così ognuno di noi è separato da Dio è descritto nella Bibbia come spiritualmente morto. Fino a che noi rimaniamo spiritualmente morti non possiamo conoscere Dio.

Tutti noi abbiamo bisogno di una nuova vita. Abbiamo bisogno di essere ripuliti dal peccato e dalla sua punizione (che è la morte) e riportati alla comunione con Dio che ci ha fatti. Ed è proprio quello che Gesù diceva (il Figlio di Dio) quando diceva: “…dobbiamo nascere di nuovo” (Giovanni 3:7). “…Se un uomo non è nato di nuovo, non può vedere il Regno di Dio” (Giovanni 3:3). Senza l’esperienza della “nuova nascita” non abbiamo speranza di godere delle glorie del cielo e neppure di sfuggire al terrore dell’inferno. Sei nato di nuovo?

La “nuova vita” non è una religione, né vivere per un “credo”, né una serie di riti, né appartenere ad una chiesa o denominazione. È una trasformazione. La nostra vecchia natura è cambiata e ne riceviamo un’altra. Le vecchie cose sono passate e tutte le cose diventano nuove in Cristo. Riceviamo un nuovo cuore, nuovi desideri, nuove idee e una nuovo obiettivo a causa di questa natura. La nascita è il venire al mondo e avere la natura dei propri genitori. Quando sei nato per la prima volta, fai “parte” della natura dell’uomo naturale. Quando sei nato di nuovo, “fai parte” della natura divina. (II Pietro 1:4). Dio diventa il tuo Padre Celeste

La più grande qualità di Dio è che Lui è un Dio d’Amore. Lui ci ama tutti. Ama tutti i peccatori e vuole salvare ognuno di noi dall’inferno e dai terribili risultati del peccato. La Sua Parola ci dice: “Dio invece mostra la grandezza del suo amore per noi in questo: che, mentre noi eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi.” (Romani 5:8) - “Colui che non ha conosciuto peccato, egli lo ha fatto diventare peccato per noi, affinchè noi diventassimo giustizia di Dio in Lui.” (II Corinzi 5:21). Dio odia il peccato perchè causa guerra, malattia, povertà, etc., ma Dio ama il peccatore.

Dio mandò Gesù Cristo, suo unico Figliuolo, affinchè noi potessimo avere vita eterna. La Bibbia ci dice: “Poiché Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figliuolo affinchè chiunque creda in Lui, non perisca ma abbia vita eterna. (Giovanni 3:16). Grazie alla Sua morte, e risurrezione, Gesù fece una via per la nostra salvezza. Lui ruppe il potere del peccato e della morte, facendo in modo che noi potessimo avere la vita eterna. La vita di Dio fece risorgere Gesù dai morti e Lui era il primogenito nel Regno di Dio.

“Ringraziando con gioia il Padre che vi ha messi in grado di partecipare alla sorte dei santi nella luce. Dio ci ha liberati dal potere delle tenebre e ci ha trasportati nel regno del suo amato Figlio. In Lui abbiamo la redenzione, il perdono dei peccati. Egli è l’immagine del Dio invisibile, il primogenito di ogni creatura; poichè in Lui sono state create tutte le cose che sono nei cieli e nella Terra, le visibili e le invisibili: troni, signorie, principati, potenze; tutte le cose sono state create per mezzo di Lui e in vista di Lui. Egli è prima di ogni cosa e tutte le cose sussistono in Lui. Egli è il capo del corpo, cioè della chiesa; è lui il principio, il primogenito dai morti, affinchè in ogni cosa abbia il primato. (Colossesi 1:12-18)

Gesù Cristo, il Figlio di Dio, fu inchiodato alla croce da persone maligne anche se non aveva commesso alcun peccato. Era un uomo innocente. L’unico uomo che era perfetto e senza peccato. Non aveva mai peccato, ma nonostante questo, prese i miei e i tuoi peccati morendo ingiustamente. Siccome l’ha fatto di sua spontanea volontà Lui fu risuscitato dai morti da Suo Padre e fu provvisto di vita e autorità sui poteri delle tenebre. Dio adesso dà la stessa vita e autorità a tutti coloro che vengono a Lui per il perdono dei loro peccati. “…il sangue di Gesù ci purifica da ogni peccato” (1 Giovanni 1:7)

Dobbiamo accettare la Parola di Dio che dice che siamo tutti peccatori e sapere che è il peccato che ci separa da Dio, dobbiamo pentirci o allontanarci dal peccato. Fino a che ognuno di noi non riconosce questo e chiede perdono a Dio per i suoi peccati, non ne sarà mai liberato. È lo condurrà dritto all’inferno.“Il Signore non ritarda l’adempimento della sua promessa, come pretendono alcuni; ma è paziente con voi, non volendo che nessuno perisca, ma che tutti giungano al ravvedimento.” (II Pietro 3:9)

Dio vuole darci il Suo potere per sconfiggere il peccato. Non possiamo vincerlo senza di Lui. Dio vuole toglierci dalla morte per darci la vita, salute invece di malattia, gioia invece di dolore, pace invece di guerra, amore invece di odio. La Parola di Dio dice, “…Io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza.” (Giovanni 10:10). Vuoi la vita in abbondanza? Questa vita viene solo se siamo nati di nuovo, se Lo seguiamo completamente e riceviamo tutto quello che Dio ci promette.

Seguire Dio non è sempre facile, ma è l'unica cosa veramente importante. Potrai essere ridicolizzato e perseguitato. Incontrerai molte tentazioni che ti vorranno far tornare alla vecchia natura. Ma puoi stare sicuro che Dio è con te e ti darà il potere per vincere tutto questo.

“Ma ciò che per me era un guadagno, l’ho considerato come un danno, a causa di Cristo. Anzi, a dire il vero, ritengo che ogni cosa sia un danno di fronte all’eccellenza della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho rinunciato a tutto; io considero questo cose come tanta spazzatura al fine di guadagnare Cristo e di essere trovato in Lui non con una giustizia mia, derivante dalla legge ma con quella che si ha mediante la fede in Cristo: la giustizia che viene da Dio, basata sulla fede. (Filippesi 3:7-9)

Tu puoi pregare adesso e chiedere a Dio di venire nel tuo cuore e ricevere la nuova nascita. Semplicemente parlaGli come se parlassi ad un’altra persona. Potresti pregare così:

Signore, io non ti conosco personalmente, ma voglio conoscerti. Io credo che la Tua Parola,la Bibbia, è vera. I mi pento per aver indurito il mio cuore verso di te e nell’aver passato la mia vita in cose che odi. Non voglio andare all’inferno; voglio davvero essere libero dal mio peccato. Vieni nel mio cuore e purificami dalla colpevolezza dei miei peccati e dammi il potere di sconfiggerli. Voglio essere un tuo figliuolo e imparare la tua Volontà. Tienimi lontano dal male e salva la mia anima. Amen

Se hai pregato così con tutto il tuo cuore, sei ora un figliuolo di Dio. Avrai bisogno di fare fedelmente quattro cose ogni giorno così potrai crescere nelle vie del Signore.

  • Leggi la parola di Dio ogni giorno.

Hai bisogno di studiare la Parola di Dio (la Bibbia) ogni giorno. Così conoscerai le vie del Signore e come sconfiggere i tuoi problemi e le tue sofferenze. La Sua Parole porta forza alla tua natura spirituale. Se non hai una Bibbia, fai la tua prima preghiera al Signore di fornirtene una.

“Sforzati di presentare te stesso davanti a Dio come un uomo approvato, un operaio che non abbia di che vergognarsi, che dispensi rettamente la parola della verità. (II Timoteo 2:15)


“Tu invece hai seguito da vicino il mio insegnamento, la mia condotta, i miei propositi, la mia fede, la mia pazienza, il mio amore, la mia costanza, le mie persecuzioni, le mie sofferenze, quello che mi accadde ad Antiochia, a Iconio e a Listria. Sai quali persecuzioni ho sopportate; e il Signore mi ha liberato da tutte. Del resto, tutti quelli che vogliono vivere piamente in Cristo saranno perseguitati. Ma gli uomini malvagi e gli impostori andranno di male in peggio, ingannando gli altri ed essendo ingannati. Tu, invece, persevera nelle cose che hai imparate, che fin da bambino hai avuto conoscenza delle Sacre Scritture, le quali possono darti la sapienza che conduce alla salvezza mediante la fede in Cristo Gesù. Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, perché l’uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona.” (II Timoteo 3:10-17)

  • Prega il Signore ogni giorno.

Dobbiamo avere comunione e parlare con Dio se vogliamo la Sua guida e conoscere la Sua natura. Abbiamo la promessa che tutti i nostri bisogni saranno soddisfatti se solo chiediamo al Padre nel nome di Gesù.

“E quello che chiederete nel mio nome, lo farò; affinchè il Padre sia glorificato nel Figlio.” (Giovanni 14:13-15)

“Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia; e tutte le cose vi saranno sopraggiunte.” (Matteo 6:33)

  • Cerca il Battesimo in acqua e la comunione coi credenti.

Cerca una buona chiesa di credenti della Bibbia e condividi la tua decisione di seguire Cristo con il corpo dei credenti e chiedi di essere battezzato in acqua. Questo sigillerà la tua comunione con Cristo.

Chiedi al Signore di farti incontrare le persone con cui vuoi pregare e avere comunione. Lui non vuole che tu intraprenda il tuo cammino Cristiano da solo. Ognuno di noi ha bisogno di altre preghiere, incoraggiamento e amore per crescere nelle vie del Signore.

“Facciamo attenzione gli uni agli altri per incitarci all’amore e alle buone opere, non abbandonando la nostra comune adunanza come alcuni sono soliti fare, ma esortandoci a vicenda; tanto più che vedete avvicinarsi il giorno. (Ebrei 10:24-25)

  • Tenete il vostro cuore puro davanti al Signore ogni giorno.

Chiedete al Signore di purificarvi dal peccato, da pensieri impuri e motivazioni sbagliate. Satana, il nostro nemico, proverà di rompere la tua comunione con Dio riportandoti al peccato o provando di farti arrabbiare con Dio. Guardati da questo e resisti il male ogni giorno.

“Custodisci il tuo cuore più di ogni altra cosa, poiché da esso provengono le sorgenti della vita.” (Proverbi 4:23)

“Sottomettetevi dunque a Dio; ma resistete al diavolo ed egli fuggirà da voi.” (Giacomo 4:7)


Vai ad inizio pagina