Home>> Articoli>>Lo stress

Come affrontare lo stress

Nel mondo in cui viviamo è virtualmente impossibile evitare lo stress.Quasi tutti portano, a vari livelli, una parte di esso dentro di se. Molti trovano sempre più difficile sopravvivere nel mondo in cui viviamo.Disperatamente, la gente cerca sollievo dai loro problemi attraverso dei rimedi che possono trovare. La nostra cultura è inondata da manuali di auto soccorso, terapie, seminari , centri di massaggi, ecc. Tutti parlano di tornare ad un "semplice" modo di vivere, ma nessuno sembra nemmeno sapere esattamente cosa questo significhi, o come ottenerlo. Molti di noi si lamentano come Giobbe," Le mie viscere bollono e non hanno riposo, sono venuti per me giorni di afflizione." (Giobbe 30:27)

La maggior parte di noi così si porta il carico dello stress. A malapena possiamo immaginare la nostra vita senza lo stress. Pensiamo semplicemente che sia una parte inevitabile del vivere in questo mondo. Portiamo lo stress come si porta un pesante fardello sulla schiena mentre si sale per una collina. Il peso sembra essere parte del nostro corpo, e non ci ricordiamo neppure come ci si sente senza. Le gambe e la schiena sono sempre doloranti sotto quel peso. Solamente quando ci fermiamo per un po’ e mettiamo giù il peso realzziamo quanto era pesante e come ci si senta leggeri e liberi senza di esso.

Sfortunatamente, molti di noi non possono scaricare lo stress come si fa con un carico sulle spalle. Sembra essere intrinsecamente legato al tessuto della della nostra vita, si nasconde da qualche parte sotto la nostra pelle. Esso ci prende tardi la notte, proprio mentre abbiamo bisogno di dormire, ci preme da tutti i lati. Tuttavia , Gesù dice:"Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo. Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto e umile di cuore; e voi troverete riposo alle anime vostre; poiché il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero."(Matteo 11:28-30)

Queste parole hanno toccato il cuore di molti, tuttavia sono solo parole che danno un qualche conforto e sono in sostanza senza valore, fintanto che divengono realtà. Se esse sono vere, come possiamo applicarle alla nostra vita e camminare liberi dal fardello che grava su di noi così gravemente? Forse stai dicendo: "Mi piacerebbe, se solo sapessi come!" Come possiamo ricevere sollievo alle anime nostre?

Venite a me…

La prima cosa che dobbiamo fare per essere liberi dal nostro stress e dalle nostre preoccupazioni è andare a Gesù. Senza di Lui, la nostra vita non ha un reale scopo o spessore. Noi andiamo da un’atttività all’altra, cercando di riempire la nostra vita con tante cose, per ottenere pace e felicità."Tutta la fatica dell’uomo è per la sua bocca,però l’appetito suo non è mai sazio".(Ecclesiaste 6:7) Le cose non sono cambiate molto dai tempi del Re Salomone.Lavoriamo fino alla fine per le cose che desideriamo, solo per bramare di più.

Se noi non conosciamo il vero scopo della nostra vita, la nostra ragione di esistere, la vita è veramente senza senso.Dio però ha creato ciascuno di noi con uno speciale scopo. C’è qualcosa che bisogna che sia fatta su questa terra, che può essere fatta solo da te. Molta parte dello stress deriva dal fatto che non sappiamo chi siamo o dove stiamo andando. Persino i cristiani che sanno di andare nel Regno di Dio quando moriranno, sono tuttavia ansiosi in questa vita perché non sanno veramente che essi sono in Cristo e che Cristo è in loro.Non importa chi siamo, siamo legati alle preoccupazioni di questa vita.E’ inevitabile avere stress in questa vita, non è un problema comunque.Il vero problema è come noi reagiamo ad esso. Le prove che fronteggiamo in queto mondo o ci spezzano o ci fanno forti.

"Chiunque viene a me e ascolta le mie parole e le mette in pratica, io vi mostrerò a chi assomiglia. Assomiglia a un uomo il quale, costruendo una casa, ha scavato e scavato profondamente, e ha posto il fondamento sulla roccia; e, venuta un’alluvione, la fiumana ha investito quella casa e non ha potuto smuoverla perché era stata costruita bene."(Luca 6:47-48). Gesù non ha detto che una volta costruita la nostra casa sulla roccia sarebbe ogni cosa perfetta. No, Egli ha detto che la fiumana si è abbattuta contro la casa. La chiave di lettura è che la casa è stata costruita sulla roccia di Cristo, sulla roccia di mettere in pratica la Sua parola. La tua casa è costruita su Gesù? Hai scavato profondamente e messo le tue fondamenta in Lui, oppure hai costruito malamente? La tua salvezza è basata su una preghiera fatta una volta o scaturisce da una relazione impegnata con Lui? Vai a Lui ogni giorno, ogni ora?Stai mettendo in pratica la Sua parola nella tua vita?

"Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, a presentare i vostri corpi in sacrificio vivente, santo, gradito a Dio; questo è il vostro culto spirituale. Non conformatevi a questo mondo ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinchè conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà".(Romani 12:1-2)

Finchè la tua vita è impegnata per te stesso, finche il tuo fondamento non è in Dio, non sarai mai capace di discernere la Sua perfetta volontà per la tua vita. Quando le tempeste della vita vengono, esse ti legano, ti preoccuperai solamente del peso e del dolore sulla tua schiena .Quando siamo sotto pressione riveliamo chi siamo realmente. Le tempeste della vita portano via quel sottile strato di vernice con cui ci presentiamo al mondo rivelando ciò che è nascosto nel nostro cuore. Dio, nella sua misericordia, permette le tempeste per provarci così che possiamo tornare a Lui ed essere puliti dal peccato che non eravamo capaci di percepire quando tutto andava bene. Nel mezzo delle nostre prove possiamo tornare a Dio e ricevere un cuore calmo,oppure allontanarci con un cuore duro. I tempi duri della vita ci fanno flessibili e misericordiosi, pieni di fede in Dio, oppure freddi e arrabbiati, pieni di dubbi e increduli.

Ansia o fede?

"Se Dio è per noi, chi può essere contro di noi?"(Romani 8:31).In definitiva, ci sono solo due fattori motivanti nella vita: ansia(paura) o fede.Finchè noi giustamente sappiamo che Dio è per noi, ci ama, ci cura personalmente e non ci dimentica, baseremo le decisioni della nostra vita sull’ansia. Tutta l’ansia e preoccupazione poggia sulla mancanza di fiducia in Dio. Tu pensi di non camminare nell’ansia, ma lo stai facendo se non cammini nella fede. Lo stress è una forma di ansia. La preoccupazione è una forma di stress. L’ ambizione di questo mondo è radicata nella preoccupazione di essere dominati, di essere un fallimento. Molte relazioni sono basate sulla paura di essere soli. La vanità è basata sulla paura di non essere attraenti e non amati. L’ingordigia è basata sulla paura della povertà. Persino la rabbia e il furore sono basati sulla paura che non ci sia giustizia, via di uscita, speranza. La paura genera egoismo, che è l’opposto del carattere di Dio. L’egoismo genera orgoglio e indifferenza verso gli altri. Tutti questi sono peccati e devono essere trattati di conseguenza. Lo stress si presenta quando cerchiamo di servire noi stessi(le nostre ansie), e Dio allo stesso tempo(il che è impossibile da fare)"Se il Signore non costruisce la casa, invano si affaticano i costruttori; invano vi alzate di buon mattino e tardi andate a riposare e mangiate pane tribolato.(Salmo 127:1-2)

La Bibbia dice che quando ogni cosa verrà meno solo tre cose rimangono: fede, speranza, e amore, e che l’amore è la più grande delle tre. L’amore è la forza che ci tira fuori dallo stress e dalla preoccupazione. "Nell’amore non c’è paura; anzi , l’amore perfetto caccia via la paura, perché chi ha paura teme un castigo. Quindi chi ha paura non è perfetto nell’amore.(1Giovanni 4:18) Il solo modo per sbarazzarci delle nostre ansietà è di guardarle negli occhi eaffrontarle alla radice. Se desideriamo essere perfetti nell’amore di Dio, dobbiamo ravvederci di ogni pezzo di ansietà che si è attacato a noi al posto Suo. Dobbiamo fronteggiare queste cose, se vogliamo essere liberi da esse.Se non siamo spietati con il nostro peccato, esso sarà spietato con noi .Esso ci guiderà come il più cattivo dei padroni. Peggio ancora, ci terrà lontani dalla comunione di Dio.

Prendete il mio giogo sopra voi…

Come deve essere rattristato Dio nel vedere i suoi figli che vanno attorno con questa pena! Le sole cose che abbiamo bisogno veramente in questa vita , Egli la acquistata per noi al Calvario tramite una terribile, agonizzante, e solitaria morte.Egli fu disposto a dare ogni cosa per noi, a tracciare una via per la nostra redenzione. Siamo disposti a fare la nostra parte? Siamo disposti a deporre la nostra vita ai Suoi piedi, e prendere il Suo giogo su di noi? Se non camminiamo con il Suo giogo, saremo costretti a camminare con un altro. Noi possiamo servire il Signore che ci ama, o il diavolo che è deciso a distruggerci. Non c’è una terza opzione, una via di mezzo. Gloria a Dio che ha provveduto una via di uscita dal peccato e dalla morte!Quando eravamo completamente indifesi contro il peccato che infuriava in noi e costretti a stare lontani da Dio, Egli ha avuto misericordia ed è venuto a cercarci, sebbene noi disonoravamo solamente il Suo Nome. Egli è così premuroso e paziente con noi, desiderando che nessuno perisca." Egli non triterà la canna rotta e non spegnerà il lucignolo fumante, finchè non abbia fatto trionfare la giustizia"(Matteo 12:20). Sei ferito e spezzato? La tua fiamma è debole e tremolante? Vieni a Gesù ora!

"O voi tutti che siete assetati, venite alle acque; voi che non avete denaro venite, comprate e mangiate! Venite, comprate senza denaro, senza pagare, vino e latte! Perché spendete denaro per ciò che non è pane e il frutto delle vostre fatiche per ciò che non sazia? Ascoltatemi attentamente e mangierete ciò che è buono, gusterete cibi succulenti! Porgete l’orecchio e venite a me; ascoltate e voi vivrete; io farò con voi un patto eterno, vi largirò le grazie stabili promesse a Davide." (Isaia 55:1-3)

torna ad inizio pagina